mercoledì 24 gennaio 2007

Fughe mentali, scorciatoie sinaptiche


Avete mai provato a costruirvi delle deviazioni mentali per fare in modo che il vostro cervello non collegasse in modo corretto diversi concetti? Io si, per evitare che attivasse gli impulsi elettrici che scatenano reazioni chimiche nel mio stomaco, provocando quella maldetta morsa d'ansia che ormai mi accompagna da un bel pò. Ma non sono sempre stato così. Giuro! Questo l'ho realizzato durante una delle mie solite gite neuronali nella facoltà di intendere e volere dell'università di Bolzano.

6 commenti:

Jacques ha detto...

io in genere provo a neanche pensare...

Solo che ogni tanto è difficile.

J

Elisabeth ha detto...

Per me è una storia che si ripete da anni. Fuggire dal lavoro, da casa. Sconnetermi o deviarmi ogni volta che le cose non mi vanno.

C'è solo da avere pazienza! Tu almeno fino alla fine della sessione d'esami..

:*

Plopi ha detto...

Io sto ancora cercando di seguire i tuoi consigli... ma si vede che la mia mente nn è abbastanza deviata :P

Teo Cato ha detto...

bisogna solo convincersi...ho scoperto tra l'altro che è un metodo del tutto normale per curare...le nevrosi...ghghg

ester ha detto...

un grido fin troppo familiare durante le lunghe mettine scolastiche...dovrò provare il tuo metodo anti-ansia!

Teo Cato ha detto...

si, appena arrivo a casa l'urlo cambia in "voglio andare viaaaa"
per il metodo io non rispondo di eventuali effetti collaterali eh!!!